Come Inserire Il Valore Della Merce Nella Fattura Doganale

Ti informiamo che è molto importante inserire correttamente il valore della merce sulla Fattura Proforma Doganale perché tale valore determinerà l'importo dei dazi che il destinatario dovrà pagare per la consegna.

Il costo del prodotto è quello riportato dai documenti che accompagnano il pacco. Per gli invii commerciali, se il costo è inferiore a 22 € non vengono di norma applicati costi di importazione. Tuttavia, se il valore dichiarato fosse molto inferiore a quello che la Dogana considera normale per quel prodotto, le tariffe verranno calcolate sul valore stimato dall’ufficio doganale. Questo succede perché spesso la merce viene inviata con prezzo inferiore a quello reale, oppure addirittura come regalo (dichiarata ''Gift''), nel tentativo di evitare i dazi di importazione. Il valore di 22 € si applica per gli invii di carattere commerciale, cioè vendite. Per gli invii non commerciali, cioè quando la merce non è stata acquistata, ad esempio tra privati, il forfait è di 45 €.

Ti consigliamo di essere preciso ed inserire un valore quanto più possibile accurato. Se i funzionari doganali nel Paese di destinazione hanno motivo di credere che il valore dei beni che hai dichiarato non sia corretto, questo può essere un motivo di ispezione e potranno trattenere il pacco per ulteriori indagini. Se la dogana non riconosce come valido il valore indicato potrebbe multarti, ritardare la consegna della spedizione o applicare altri dazi e/o imposte aggiuntive.

Se la Dogana riterrà che il valore dichiarato sia inferiore a quello reale, sarete contattati e ti verrà chiesto di fornire chiarimenti in merito, come fatture di acquisto e ricevute del pagamento (PayPal, carta di credito e simili). Ti verrà chiesto di dichiarare che la merce è per vostro uso personale, soprattutto se la consegna è prevista presso una ditta. I tempi di evasione delle pratiche sono generalmente di una o due settimane. Se avrete prove sufficienti, la Dogana potrà rivedere la propria stima iniziale a vostro favore.

 

CAMPIONI - RESI - EFFETTI PERSONALI

Deve essere indicato sempre un valore nominale a scopi doganali, la valutazione deve rappresentare come minimo il costo dei materiali necessari per produrlo.

La fattura non può essere presentata senza alcun valore secondo la nuova normativa doganale anche se si tratta di un campione. La fattura dovrà riportare il valore reale della merce specificando con una nota interna sulla fattura che ''Questo valore è valido solo ad effetti di tipo statistico doganale poichè non è soggetta a transazione trattandosi di: campione destinato ad un test / reso / sostituzione / etc.''

 

 

Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 2 su 2

Se hai bisogno di assistenza, completa il formulario di contatto. Saremo lieti di aiutarti!

Contattaci